Non fate i finti tonti, sono mesi che ne parliamo, ora è giunto il momento di scavare un po’ per capire di cosa tratta questo “nuovo” Fuga da New York. Partiamo intanto dal regista, come sappiamo, non sarà John Carpenter ma Robert Rodriguez (Planet Terror, Machete, Dal Tramonto all’Alba) e soprattutto, come avete potuto vedere dal titolo non si tratta un remake vero e proprio, ma un prequel.

Partiamo dal presupposto che sono un grosso (e grasso) fan di John Carpenter in generale ma, soprattutto, di Kurt Russell e questa cosa mi ha fatto storcere un po’ il naso. Si potrebbe, in effetti, partire con il solito sproloquio sulla tendenza di fare remake e basta, su dove siano finite le idee originali e su tanti altri discorsi simili.

Per fortuna per voi e per quel che mi riguarda non è proprio questo il caso. Del resto lo ha detto anche Carpenter (mi permetto di usare un po’ di licenza poetica):

Sono vecchio e ho bisogno di soldi, se vogliono i diritti sulle mie opere che se li vengano a prendere!

Il che da un certo punto di vista è anche comprensibile, in più in questi giorni Neil Cross, lo sceneggiatore del film, ha rilasciato qualche piccolo “dettaglio” sulla sua sceneggiatura a Bloody Disgusting:

Rodriguez è al momento il regista designato e il progetto appare bello ed appagante. È stato uno scritp piuttosto impegnativo, e soprattutto difficile da reinventare. Una delle frasi più spaventose che abbia mai sentito nella mia vita è “abbiamo dato la sceneggiatura a John Carpenter”. Ho strisciato in giro per tre giorni, pensando “oh mio Dio!”, ma alla fine abbiamo ottenuto l’approvazione di Carpenter ed è tutto ciò di cui avevo bisogno!

Insomma, già avere l’approvazione del Maestro è tanta roba, ma entriamo un pochino più nel merito di quella che sarà la storia: il protagonista come sappiano è Jena (Snake nella versione originale) Plissken e come Plissken rimane, ma si chiamerà Robert, sarà un Colonnello e a quanto sembra non avrà la classica benda sull’occhio. (quasi sicuramente scopriremo qui come lo ha perso).

Al posto del Duca (Isaac Hayes) ci sarà un certo Newton che sarà l’erede di una società biotech di New York, che ha deciso, 5 anni prima del periodo in cui è ambientato il film, di donare l’intero patrimonio.

Il prequel sarà ambientato attorno al 1981, quasi sempre a New York (salvo per il luogo della cattura di Jena/Snake, che non sarà nemmeno negli USA) con Manhattan che non sarà un carcere di sicurezza, ma avrà parecchie strutture in vetro e sarà tenuta costanetemente sotto controllo dal sistema di droni dei Veggenti, diretti da una certa April. Un sistema che avrà vita breve.

Ci sarà un Hauk, che non sarà Lee Van Cleef ovviamente, ma una donna, per la precisione, la Direttrice Esecutiva della CIA Roberta Hauk.

Il fattore tempo è una costante, Jena/Snake infatti avrà esattamente 11 ore, per neutralizzare Newton e disattivare il sistema Fat Boy, una sfera di acciaio fatta di condotti e cavi grande quasi come un’auto. Tutto questo condito dalla minaccia di un potente uragano chiamato Superstorm Ellery.

Le modifiche sono molte, è vero ma, credo che Robert Rodriguez sia la persona adatta e forse l’unica in grado di dirigere un prequel i queste dimensioni.

Non ci sono al momento indiscrezioni sul cast, quindi non ci resta che aspettare altre notizie e noi, come sempre, vi terremo aggiornati!

Andrea Bottazzi

Classe 1990. Si affaccia a questo vasto mondo alla tenera età di 3 anni, grazie ai genitori che per farlo star quieto lo piazzavano davanti a Ghostbusters 1. Col passare degli anni gli interessi mutano, l'arroganza aumenta ma, questo mondo lo accompagnerà sempre, molto probabilmente fino alla tomba. Appassionato di Viaggi, Serie TV e Cinema. E' politeista, crede in David Hasselhoff, Steven Seagal, Arnold Schwarzenegger, Bruce Willis e negli Iron Maiden.
Follow Me:

Related Posts You Also Might Like