E dopo l’avventura che vi ho raccontato ieri, sono qui a parlare di un’altra tappa che ho affrontato durante il mio viaggio in Germania, il museo Ravensburger, che si trova a Ravensurg, città in cui è nata l’azienda, e dove tutt’ora risiede la fabbrica di questo colosso di giochi in scatola, puzzle e libri per bambini.

Appena entrato provo subito un ricordo d’infanzia, quando da piccolo aprivo una delle famose scatole con il “triangolino blu” e mi torna in mente la famosa canzoncina della pubblicità, che mi girerà per la testa durante tutta la visita al museo.

Il Museo è suddiviso in tre piani. Al piano terra si trova un piccolo negozio e la guida introduttiva al museo. Il secondo piano, a parer mio il più bello,  propone la cronistoria di tutti i giochi in scatola realizzati dall’azienda e alcune perle sui giochi più famosi, come “labyrinth”, mostrando prototipi e studi per lo sviluppo del gioco. Particolarmente scenografica la stanza dove sono raccolte tutte le scatole dei giochi a formare una grande montagna che tocca il soffitto. Il terzo piano è interamente dedicato ai libri per i più piccoli, inoltre vi si trovano diverse aree gioco per tutte le età.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una visita al museo è d’obbligo, se siete appassionati di puzzle, giochi in scatola, libri per bambini o se solo come me, volete rivivere una parte della vostra infanzia. Per tutte le info visitate il sito del museo. Non vi resta che dare un’occhiata alle foto scattate al museo nell’album di flickr.

Luca Zaccarelli

Classe 1984. Grande appassionato di fotografia, retrogaming, LEGO, Gunpla e tutte le giappo minchiate esistenti sulla faccia della terra.
Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...