Home / Recensioni / Film / Fantasy / THE HOLE IN 3D (2009)

THE HOLE IN 3D (2009)

Ritorno al cinema del grande Joe Dante dopo “Looney Tunes: Back in Action” del 2003 (ma non faccio fatica a definire cinema almeno uno dei suoi due episodi per la serie “Masters Of Horror“, il bellissimo oltre ogni dire “Homecoming“). Il film è un horror per ragazzi carino, divertente e ben girato. Magari non sarà niente di sorprendente a livello di plot ma fa il proprio dovere in modo funzionale, e alcune sequenze inquietanti sono davvero ben costruite, in particolare le apparizioni del pupazzo diabolico e della bambina morta. Menzione speciale per la suggestiva parte finale, che si svolge in un ambiente espressionista di sicuro impatto (e il 3D favorisce un’efficacissima sensazione di vertigine e oppressione).

Peccato però per gli interpreti, davvero poco carismatici. In particolare Chris Massoglia ( Dane) mi sembra il solito giovane attore belloccio ma dalle scarsissime doti recitative. Spaesato e intirizzito come un pioppo in inverno (e la controparte femminile, Haley Bennett, che interpreta la vicina di casa Julie, non è certo da meno).

Peccato, peccato, si sente davvero la mancanza di giovani attori capaci di trasmettere in modo convincente le emozioni, anche perché la storia, per quanto scontata, non è per nulla sciocca e contiene qualche bel sottotesto mica da ridere: notare lo scioglimento del trauma di Julie nella scena al luna park abbandonato e soprattutto il ruolo che riveste il padre del protagonista nel bell’epilogo.

Ne sarebbe venuto fuori un vero, assoluto, gioiellino, come i tanti regalatici da Dante.

Ad ogni modo il Joe Dante’s touch si percepisce eccome ed è ogni volta salutare osservare questo gran regista (spesso sfortunato al botteghino e quindi marginalizzato da Hollywood) all’opera.Due parole sul 3D, perché è sempre bene avvisare prima di dover pagare soldi in più per un perfezionamento visivo eventualmente inesistente. Tranquilli, questa volta l’effetto è molto buono e sfruttato a dovere.

P.S. Occhio al cameo di Dick Miller, attore feticcio di Joe Dante: è l’uomo che porta le pizze!

httpv://www.youtube.com/watch?v=bTTIpCnI-N8

About Il Borg

Il Borg nasce a Montevarchi (AR) nel 1983 la sua felice infanzia viene segnata da un precoce amore per il cinema e in particolare per i film horror, fantasy e fantascientifici. Alle elementari il Borg scopre i comics Marvel che, nel fanciullo, non tardarono a manifestarsi come nuove, eccezionali, forme di autismo. Diplomato alla Scuola di Comics di Firenze e illustratore freelance passa le sue giornate a guardare film di ogni genere, leggere fumetti di tutti i tipi e talvolta disegna mostri.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi