Ebbene sì, avete letto bene. Dopo l’annuncio della data di uscita de Il Corvo, con Jason Momoa, fissata per l’11 Ottobre 2019, questo secondo reboot si aggiunge alla sfilza delle cose che teoricamente dovrebbero farmi sanguinare gli occhi il prossimo anno. Ma è mai possibile che io debba sempre soffrire in questo modo per l’uscita di un film? Certo il primo non era poi così veritiero: hanno messo a fare lo scozzese un americano naturalizzatofrancese (Cristopher Lambert) e l’unico scozzese presente (Sean Connery) fa un immortale egiziano naturalizzato spagnolo di nome Juan Sánchez Villa-Lobos Ramírez. Non ha molto senso la cosa, ma essendo un ragazzino cresciuto negli anni ’90, a certe cose ci tengo e Highlander è una di queste.

Notizia sconvolgente? In realtà non così tanto.

Non che io sia in trepidante attesa di un ennesimo reboot per carità, il fatto è che questo progetto è in corso dal 2008, anno in cui la Summit Entertainment ha ottenuto i diritti sulla pellicola e se per 10 anni dopo aver contattato registi come Juan Carlos Fresnadillo (28 Weeks Later) e Justin Lin (The Fast and the Furious franchise) e attori come Dave Bautista e Ryan Reynolds, ancora non si sia fatto nulla allora potevo ben sperare.

Il problema è un altro.

Oltre ad aver contattato e confermato già da due anni Chad Stahelski (John Wick) come regista, si sono aggiunti altri due tasselli alla vicenda: Patrick Wachsberger di Lionsgate ha annunciato che entro la fine del 2018, il progetto entrerà in fase di pre-produzione e alla scrittura si unirà Ryan J. Condal, sceneggiatore di Colony, che ha già prodotto qualcosa sull’argomento.

Questo progetto, per fortuna sembra non essere così chiaro, anche se l’intenzione di Lionsgate è quella di creare un nuovo franchise portando al cinema una nuova trilogia sugli immortali. Tutto qui? Solo una trilogia?

Che cosa ha generato Highlander?

Il film originale del 1986, interpretato da Christopher Lambert, Sean Connery, Clancy Brown e Roxanne Hart ha avuto un modesto successo al botteghino, ma ha raggiunto lo stesso lo status di cult-movie, dando vita a quattro sequel (parecchio sconnessi tra loro), una serie televisiva con Adrian Paul come protagonista, una serie animata, una pellicola d’animazione giapponese e numerosi romanzi e fumetti. Tutto questo per non parlare della colonna sonora!

L’uscita di questo nuovo franchise su Highlander è prevista per il 2019. Cosa mi aspetto? A questo punto non lo so sinceramente, ma un piccolo viaggio me lo sono fatto.

Le serie storico/fantasy adesso sono in onda ovunque e si è creato un manipolo di attori abbastanza adatto per ricoprire certi ruoli, basti pensare a Outlander, Game of Thrones e Vikings per tirare fuori un cast di tutto rispetto. Seguendo questa linea, probabilmente, si potrebbe arrivare a un prodotto capace di arrivare dove il primo franchise, purtroppo non è arrivato.

Andrea Bottazzi

Classe 1990. Si affaccia a questo vasto mondo alla tenera età di 3 anni, grazie ai genitori che per farlo star quieto lo piazzavano davanti a Ghostbusters 1. Col passare degli anni gli interessi mutano, l'arroganza aumenta ma, questo mondo lo accompagnerà sempre, molto probabilmente fino alla tomba. Appassionato di Viaggi, Serie TV e Cinema. E' politeista, crede in David Hasselhoff, Steven Seagal, Arnold Schwarzenegger, Bruce Willis e negli Iron Maiden.
Follow Me:

Related Posts You Also Might Like