Arriva finalmente nelle nostre sale The Big Sick la commedia romantica di Michael Showalter e prodotta da Judd Apatow che racconta la vera storia di come Kumail Nanjiani e sua moglie Emily si sono conosciuti e innamorati. Se non conoscete Kumail siete veramente delle brutte persone rimediate subito e iniziate Silicon Valley, subito!

Comunque la commedia che è stata scritta da Nanjiani che interpreta se stesso è veramente bellissima: divertente, intelligente, simpatica, commovente, dolce. Tutti gli ingredienti sono messi con le dose giuste e mescolate con perizia. Ci sono le risate, il pianto, le gag, il dramma, l’amore. Tutto veramente al posto giusto.

Nanjiani è veramente bravissimo e interpretare se stessi non è facile per niente, ma gli riesce veramente bene e da ogni gesto traspare il suo amore per questa storia e il suo bisogno di farcela amare.

Poi c’è Zoe Kazan che interpreta Emily ed è tipo un instant crush totale, sarete cotti di lei al primo sguardo. È tipo la ragazza più dolcina e carina che abbiate mai visto. Una roba fantastica, la adorerete.

 

 

Con due protagonisti così e una storia così ben scritta e strutturata il successo è garantito e infatti negli USA è stato il film indie di maggior successo dell’anno, sono letteralmente impazziti tutti. Perché ce n’è per tutti i gusti: Si ride a crepapelle, si piange, ci si innamora, si scoprono un sacco di cose sul Pakistan e si passano due ore fantastiche. The Big Sick è veramente uno di quei film che ti lasciano contento, sarete felici di averlo visto ed è una sensazione bellissima.

Unica nota negativa il doppiaggio. Io l’ho visto in lingua originale e mi è piaciuto tantissimo, ieri sono capitato di fronte al trailer italiano e mi si è gelato il sangue. Praticamente tutto quello che vi ho detto guardandolo doppiato non vale più, un doppiaggio fatto più con i piedi non si trova, trasforma il film in qualcosa di ridicolo e imbarazzante che non è.

Quindi se riuscite guardatelo in lingua originale perché è veramente carinissimo e ve lo consiglio troppo.

 

Giovanni Montanari

Mi piace: scrivere, guardare, ascoltare, camminare. Non mi piace: parlare, prendere il tram, le persone. Guardo film tutto il giorno.
Follow Me:

Related Posts You Also Might Like