Purtroppo per noi, malvolentieri, siamo giunti al secondo capitolo della nostra rubrica “Era proprio necessario?“. Dopo l’annuncio di CHIPS 2017 (potete trovare qui l’articolo), la memoria di un altro film sta per essere irrimediabilmente rovinata: a chi spetta l’ingrato compito?

Dwayne “The Rock” Johnson, tramite il suo profilo instagram, ha svelato che il primo trailer del reboot di Jumanji (diretto da Jake Kasdan – Bad Teacher, Sex Tape – due film della madonna che hanno segnato in modo indelebile la storia del cinema per intenerci) verrà rilasciato al pubblico, durante il CinemaCon a Las Vegas (27 – 30 Marzo).

Assieme alla foto della crew creativa del film ha lasciato due righe che recitano pressappoco così:

“Adoro questa parte del mio lavoro. Concentrare e unire tutte queste menti brillanti in un’unica stanza, aventi lo stesso scopo e gli stessi obiettivi: creare una pellicola fantastica, cosicché il mondo possa esserne felice. Ovviamente dovevo rovinare la foto facendo il segno di vittoria con la mano al mio regista, Jame Kasdan. Sono proprio uno stronzo. Il marketing globale ha deciso di dare inizio all’incontro con i nostri partner della SONY, per il release di JUMANJI questo Natale. Il primo trailer debutterà in occasione del CinemaCon. Sarà molto divertente, con molta azione, e appassionante. Il cast è spassoso e sembra meraviglioso: Jack Black, Karen Gillian, Nick Jonas e quel grand’uomo Kevin Hart. Grazie ai nostri partner Sony per l’entusiasmo. Siamo solo all’inizio. Che SQAUDRA!“.

Allora, partiamo dal presupposto che secondo me ci sono alcuni film che si possono definire intoccabili e uno tra questi è proprio Jumanji, non tanto per il cast nè per la memoria di Robin Williams (pace all’anima sua), ma per le conseguenze che in caso di reboot ricadranno su questo film grazie  alla forma troppo comica tendente allo stupido che questi film, purtroppo, stanno prendendo.

Partiamo dalla regia, affidata a Jake Kasdan, calma un secondo, chi cazzo è Jake Kasdan?
Ah sì, il figlio di Lawrence Kasdan, qualcuno che a differenza del figlio avevrebe qualcosa da dire (sceneggiatore di Star Wars ep. V – VI – VII, I Predatori dell’Arca PerdutaContinental Divide solo per citarne alcuni ).
Poi sì ha diretto Bad Teacher (con Cameron Diaz, Jason Segel e Justin Timberlake), Sex Tape (con gli stessi attori di prima con la differenza che Timberlake è stato sostituito da Rob Corddry) e Zero Effect (con Bill Pullman e Ben Stiller) ed è anche vero vero che all’epoca anche Joe Johnston aveva diretto solo 2 o 3 film prima di Jumanji abbastanza famosi. Peccato che questi tra questi film ci siano PagemasterTesoro, mi si sono ristretti i ragazzi (di cui a questo punto mi aspetto un reboot a breve).

Insomma, l’idea originale sta pian piano morendo lasciando spazio al gioco di chi incassa di più con le stronzate. Il primo Jumanji è stato accolto molto positivamente negli USA, incassando circa 100 milioni di dollari, e circa 262 milioni di dollari globalmente, a fronte di un budget totale di circa 65 milioni di dollari e SONY lo sa benissimo, sarà per questo che tenta il colpaccio?

Il problema di fondo però è tutt’altro: tutto ciò che non era comico lo sta diventando. C’è così bisogno di ridere? Secondo me no.

Basti pensare ai trailer di Ghostbusters 2016, Baywatch 2017, CHIPS 2017, e molto probabilmente anche a quello che uscirà questo mese di JUMANJI 2017.

Altre icone pop degli anni ’70 / ’80 e ’90 stanno per entrare a far parte dell’immaginario di una nuova generazione, in maniera completamente falsata, quasi come se si senstisse la necessità di dover far rivivere quegli anni in modo però assolutamente grottesco.

Trovo strana quest’abitudine della stampa americana – che è anche degli Studios – di classificare gli attori per categorie a seconda del loro valore commerciale.
Mi fa venire in mente il mercato degli schiavi: “Quanto vale questo schiavo? Lavatelo e portatelo nella mia tenda!”.

– Robin Williams

Uso questa citazione proprio di Robin Williams per dare un’occhiata al cast e al suo valore commerciale.

Oltre a The Rock troviamo Jack Black, Kevin Hart e Karen Gillian. Il resto ovviamente è il nulla più assoluto a partire da quel lasagnone di Nick Jonas (un po’ come Zac Efron per Baywatch e per tutti gli altri film che ha fatto o che ha provato a fare).

Senza soldi dovrai restare, finchè un’idea del cazzo non compare.

Ah, quasi dimenticavo, questo uscirà a Natale e siccome a Natale siamo tutti più buoni, lascio a voi il mio posto al cinema per tutto il periodo di programmazione.

UPDATE 29/03/2017:

Diamo l’addio definitivamente a Jumanji in versione gioco da tavolo.

Secondo quanto riportato dal The Hollywood Reporter, i ragazzi, protagonisti del film verrano intrappolati in Jumanji, che assumerà le sembianze di un vecchio videogioco per console.

I ragazzi verranno trasportati quindi, in questa nuova realtà nei panni di un loro alter-ego: il più nerdone (ovviamente) avrà i muscoli di The Rock mentre la ragazza più popolare della scuola, stranamente, assumerà le sembianze di Jack Black.

UPDATE 29/06/2017:

Pronti al più grande disastro emotivo della storia del cinema? Non so quanto il sopracciglio alzato di The Rock possa aiutare stavolta. Spero vivamente di sbagliarmi.
E’ uscito il trailer ufficiale, lo potrete vedere qui sotto. Le mie perplessità sono aumentate del 2000%.

Si è parlato però nei giorni scorsi, di un giusto tributo ad Alan Parrish e al ruolo che la jungla ha avuto nel suo percorso. Certo devo dire che guardandolo, il lavoro sembra fatto bene ma, è anche vero che due esplosioni e la musica orecchiabile non fanno bello un film che ha ancora molto da dire, spero che la bontà del Natale mi faccia cambiare idea.

Andrea Bottazzi

Classe 1990. Si affaccia a questo vasto mondo alla tenera età di 3 anni, grazie ai genitori che per farlo star quieto lo piazzavano davanti a Ghostbusters. Col passare degli anni gli interessi mutano, l'arroganza aumenta ma, questo mondo lo accompagnerà sempre, molto probabilmente fino alla tomba. Appassionato di Viaggi, Serie TV e Cinema, crede in un solo Dio, David Hasselhoff. Se lo vedete girare in kilt non allarmatevi, nella vita precedente era Scozzese
Follow Me:

Related Posts You Also Might Like