Inauguriamo questa nuova rubrica chiamata What a Fact! [WTF!] che va a cercare curiosità, più o meno note, su film, serie tv, videogiochi ed eventi che hanno fatto la storia. Per non rompervi troppo gli zebedei abbiamo deciso di segnalare solo 5 facts….non 20…non 10…ma solo 5 ‘siori e ‘siore! Poche storie quindi e via con il primo concorrente!

Il 12 giugno 1981 il buon Stefanone Spielberg presentava al pubblico I predatori dell’arca perduta (Raiders of the Lost Ark) creando una della icone più importanti della storia del cinema. Milioni di giovani si iscrissero ad archeologia pensando di affrontare avventure indimenticabili ma si ritrovarono a dare di scopino in una cava polverosa in culo al mondo…ma poco male…la Indiana Jones mania era esplosa in tutto il mondo ed oggi, dopo 35 anni ed un quarto capito da denuncia per stupro a Spielberg e Lucas ai danni di un vecchio Indy, è ancora viva nel fan di tutto il mondo.

tom selleck

1) Leggenda vuole che Tom Selleck fosse la prima scelta per il ruolo di Indy e che avesse già fatto vari screen test avanzati ma non è del tutto vero. Mi spiego meglio…Spielberg era andato subito in fregola per Harrison Ford ed era la sua prima scelta ma poi intervenne Giorgione Lucas piantando la grana che Ford aveva già fatto con lui American Graffiti e Star Wars e non voleva creare un attore feticcio. Convinse così Spielberg a provinare e contattare decine di altri attori che andavano da Nick Nolte a Jack Nicholson ma tutti diedero il due di picche. Arrivarono poi al baffone più sexy d’america e, fatto il provino, Spielberg si convinse…Tom Selleck era Indiana Jones! Tirarono fuori lo spumantino delle grandi occasioni ma proprio mentre stavano per stappare Tom spezzò clamorosamente l’entusiasmo annunciando che aveva già firmato il contratto per Magnum P.I. ed aveva ormai già comprato una cinquantina di camicione hawaiane. Quello che adesso fa figo chiamare “schedule conflict” si rivelò una vera sfiga per il buon Tom che dovette quindi abbandonare il progetto lasciando campo libero a Ford e, sfiga nella sfiga, le riprese di Magnum P.I. iniziarono solo qualche settimana dopo la fine di quelle per I Predatori dell’Arca Perduta quindi  il nostro baffone avrebbe potuto tranquillamente partecipare. Va detto che divenne comunque un sex simbol grazie a Magnum P.I. ed anche l’unico uomo al mondo in grado di attizzare le donne con degli shorts imbarazzanti. Si prese poi una piccola vendetta nell’ottava stagione della serie facendo la parodia di Indy nell’episodio Legend of the lost art.

Lucasindiana

 2) Indiana Smith!! Questa ora il nome che doveva avere il nostro eroe ma a Spielberg il nome suonava un po’ come il nostro Sig. Rossi usato negli esempi delle schede elettorali ed allora, dopo non poche paturnie, optarono per un più figo Jones…che viene usato anche lui nelle schede elettorali (perchè mezza America si chiama così) ma fa più figo dai…c’è poco da dire. Il nome Indiana, lo sanno anche i sassi, viene dal cane Alaskan Malamute di Lucas e che, anni addietro, aveva ispirato Giorgino anche per la creazione di Chewbecca…un Signor cane!

Secret_of_the_Incas

3) Nel 1954 quel figaccione armaiolo di Charlton Heston interpretò il ruolo dell’avventuriero Harry Steele nel film Secret of the IncasLa trama vedeva Steele alla ricerca del tesoro Inca ed era un classico film d’avventura pure bruttarello ma la cosa che colpisce oggi, come potete vedere dalla foto, è che l’outfit del Professor Jones pare sia stato rubato paro paro dall’armadio di Steele. Per anni girò la leggenda che Spielberg e Lucas copiarono spudoratamente il film e ne comprarono i diritti per farlo sparire dalla circolazione e quasi venne da crederci perchè era diventato introvabile. Ora, non sappiamo come è andata veramente la storia dei diritti, ma il film si trova tranquillamente in dvd nel mercato americano con la dicitura “il film che ha ispirato Indiana Jones” e Lucas ha dichiarato apertamente che ha preso spunto, più o meno volutamente, non solo da Secret of the Incas ma anche dai fumetti Disney di Carl Barks per la sequenza iniziale del film.

indiana_r2

4) Tutti i registi amano riempire i propri film di Easter Eggs e riferimenti a film di colleghi/amici e Spielberg in questo è stato uno dei pionieri. Ovvio che i suoi riferimenti puntavano ad omaggiare il suo compagni di merende Lucas e ne I Predatori Dell’Arca Perduta troviamo ben due riferimenti all’universo di STAR WARS. La citazione che tutti conoscono è, senza dubbio, quella di C-3PO e R2-D2 sotto forma di geroglifici all’interno del Pozzo delle Anime quando Indy trova l’Arca dell’Alleanza. Altra citazione che spesso, parlando con altri nerd, scopro non viene notata da tutti è proprio all’inizio del film e riguarda il nome dell’aereo che Indy usa per fuggire dagli Indios che è  OB-CPO (Obi-Wan Kenobi e C-3PO). In tutta la trilogia (no non esiste Indiana Jones 4) ci sono riferimenti a Star Wars ed anche Lucas ha pensato di omaggiare l’archeologo inserendo alcuni riferimenti nell’universo di Star Wars. Il più evidente è contenuto all’interno de LA MINACCIA FANTASMA durante la gara dei Pod…se guardate bene tra il pubblico che cerca un posto a sedere c’è pure Indiana Jones

indiana

5) Questa mi vergogno a dirla perché la sanno veramente tutti ma diamo un po’ di spessore alla storia. Il film venne girato per una buona parte in Tunisia e, colpa delle altissime temperature e del cibo e acqua da colera, TUTTA la troupe e TUTTO il cast furono colti da febbroni e attacchi mortali di squarauz rendendo difficilissimo girare per Spielberg…ho detto TUTTI? Volevo dire tutti TRANNE Spielberg perchè lui, furbazzo, per tutto il periodo in Tunisia ha mangiato solo spaghetti in scatola che aveva portato da casina bella e bevuto solo acqua imbottigliata. Arriviamo quindi alla famosa scena del mercato con Indy che affronta i nemici a suon di frustate e cazzotti quando si fa strada tra la folla un bestione incazzato con spadone incorporato pronto. A questo punto era prevista una mega scena elaborata e con la coreografia già studiata di slappe e scapaccioni tra il Professore ed il bestione ma Harrison Ford, in preda a febbre e diarrea a livello Pampers Ultra propose, tra una scoreggia e l’altra, di sparare al cattivone ed andare tutti al cesso. Spielberg acconsentì e ne venne fuori una della scene più iconiche della saga. Andò invece peggio a John Rhys-Davies (Sallah), come racconta lui nel documentario Raiders! The Story of the Greatest Fan Film Ever Made, durante una scena poi scartata in fase di montaggio. Un nazista lo blocca e gli punta la pistola contro intimandogli di chinarsi in avanti…purtroppo anche Rhys-Davies era in piena tempesta intestinale e finì per fare una bella cagata dei pantaloni davanti a tutta la troupe..buona e vai in stampa avrà pensato Spielberg!

Finisce qui la nostra piccola raccolta di fatti legati alla prima grande avventura di Indiana Jones ed ora non vi resta che festeggiarlo riguardando, per la milionesima volta, il film ma mi raccomando con il doppiaggio originale o, ancora meglio, in inglese…l’importante è evitare come la peste la versione ridoppiata da Pino Insegno!!!

Fabrizio Dell'Amore

Classe 1980. Grazie ad un padre nerd si ritrova subito tra le mani decine di videogiochi e migliaia di film in Super 8 e VHS che faranno entrare di prepotenza nel suo DNA queste due passioni. Malato di retrogaming colleziona tutte le console prodotte sul pianeta che tratta come figli e che lo porteranno ad un inevitabile divorzio. Divoratore di qualsiasi genere cinematografico predilige i B-movies e le produzioni TROMA. Crede in un solo Dio chiamato da noi comuni mortali Sylvester Stallone. Nella vita precedente era un giapponese.
Follow Me:

Related Posts You Also Might Like