Quattro persone (Reed Richards, Sue Storm, Johnny Storm, Ben Grimm) hanno un’incidente spaziale ed acquistano dei poteri. Reed può allungarsi, Sue può divenire invisibile, Johnny può diventare una “torcia umana” e Ben diventa una “cosa” di pietra. Contro di loro ben due nemici: il malefico Gioielliere e il Dottor Destino, ex compagno di università di Reed.

No. Non è “I Fantastici 4“, pellicola del 2005 ad opera di Tim Story, ricordata sicuramente per la presenza di Jessica Alba. Non lo è. “Fantastic Four” è un film del 1994 ad opera di Oley Sassone e prodotto da (udite udite) Roger Corman. Il che dice tutto. Il film – come il suo “fratello” a big budget del 2005 – è tratto da uno dei più famosi e apprezzati fumetti della Marvel, nato dalla mente di Stan Lee e dalla matita di Jack Kirby. Quello che davvero sconvolge è come questo film riesca quasi pienamente a cogliere lo spirito del fumetto originale. Forse di più del film del 2005.

Inoltre il film colpisce per l’essere quasi totalmente fumettistico e quindi per godere pienamente la pellicola bisogna spegnere il cervello e liberare la fantasia. Azione esagerata, frasi ad effetto (“Fiamma!” o “E’ tempo di distruzione!”, vere hit del fumetto originale) urlate a squarciagola, un plot complicato che in un film di due ore non c’entra tutto ed un cast di perfetti idioti che recitano da cani ma lo fanno con stile. Proprio il cast, devo ammettere, è migliore del film del 2005. Gli attori che impersonano Reed e Dottor Destino sono molto meglio qui che nella pellicola di Story. E si, nonostante reputo la Jessica Alba una bella donna, trovo questa Sue Storm molto più attraente, sexy e…capace. L’unica pecca nel cast riguarda la Cosa – un pupazzone di gomma fatto con il culo – che stona con il resto ed un Johnny Storm odioso (molto meglio Chris Evans nel film di Story). Per il resto ci siamo.

Effetti visivi. Guardando il film noterete che gli effetti visivi sono scarsissimi e facendo 2+2 vi chiederete “come mai un film del 1994 – anno in cui uscivano gioiellini ricchi di effetti superlativi per l’epoca quali Il Corvo e The Mask – gli effetti visivi fanno defecare?”. La stessa domanda si può applicare a costumi, scenografie e riprese…Perchè? Semplice: questo film era destinato a non uscire al cinema. Nemmeno in home video. Ebbene si, era destinato a rimanere negli archivi della produzione. E perchè è stato girato allora? Semplicissimo, la produzione del film non voleva perdere i diritti di sfruttamento dei personaggi del fumetto, cosi ha dovuto realizzare – in fretta e furia – un film a basso costo (questo qui), montarlo, farlo visionare alla Marvel e poi prenderlo e cestinarlo. Il problema fu che questo film – inspiegabilmente – circolò dapprima tra i fans in maniera illegale e poi – con l’avanzare di internet – online fino ad arrivare ai giorni nostri meritandosi pure una distribuzione in dvd.

Ma insomma vale la visione? Se capite l’inglese e conoscete (anche solo a malapena) il fumetto direi proprio di si. Ci troviamo di fronte ad un B-Movie (forse anche Z-Movie, boh!) diventato un cult, che non disdegna di essere trash ma lo fa con stile. E nonostante questo riesce a vincere sul film del 2005. Quindi io direi che una bella visione è d’obbligo! Vi divertirà come pochi!

P.s. Nota a margine: lo score è favoloso. Davvero.

Scena da ricordare: tutte le scene che impiegano gli effetti speciali

Battuta da ricordare: “Guardatevi…I Fantastici 4!” (in originale è la mamma degli Storm che guarda il quartetto e con sorrisetto avanza un “Look at you…The Fantastic Four!”)

Consigliato a: Marvelmaniaci, F4fans e B-Movies addicted

 httpv://www.youtube.com/watch?v=r_X5C6e3ZeY

 

Related Posts You Also Might Like

  • Visto per sbaglio in una di quelle proiezioni aeree.
    Ricordo di avere dormito, e non per la stanchezza del viaggio. Bruttino, anche se Julian McMahon è bello anche come Doom.

    • (e l’ho seguito tanto attentamente che dalle foto ho confuso quello di Tim Story con questo!! AAH! Mi scuso per la figuraccia XD)