Home / Recensioni / Film / Horror / BLOODSUCKING FREAKS (1976)

BLOODSUCKING FREAKS (1976)

Sardu, aiutato dal fido Ralphus, ha allestito un Teatro del Macabro dove vengono simulate, per la gioia degli avventori, terribili torture. Piccolo inconveniente, in realtà ciò che gli spettatori credono sia finzione corrisponde a pura realtà. Non solo, il teatro serve da copertura per una vasta tratta internazionale delle bianche e le donne imprigionate nei sotterranei si ritrovano vittime di perverse, grottesche persecuzioni e violenze (ah, non scordiamoci che la carne umana è alla base della loro dieta). Un ex giocatore di football e un poliziotto di origine italiana si mettono ad indagare quando una famosa ballerina finisce nelle mani di Sardu.

Grande classico del trash e del cattivo gusto, eccessivo, estremo, malato e beffardo…beh, che aspettate a vederlo?

Ottima pellicola fuori di testa debitrice senza dubbio dell’opera e della lezione di Hershell Gordon Lewis, Bloodsucking Freaks alla sua uscita scatenò non poche polemiche, tanto che fuori dai cinema in cui veniva proiettato gruppi di femministe, scioccate dal presunto sessismo del film, organizzarono appassionati picchetti. Ne venne così proibita la proiezione finché l’intervento della santissima Troma, nell’Anno Domini 1982, riuscì a recuperare l’opera ridistribuendola con un titolo nuovo di pacca (appunto “Bloodsucking freaks“, ben diverso, e forse assai meno sensato, dell’iniziale “The Incredible Torture Show“, attenzione al simpatico e appropriatissimo acronimo che ne veniva fuori: T.I.T.S.)

Gustarsi questo film è come fare numerosi giri della morte fra depravazioni e raccapricci continui, splatter irrefrenabile e personaggi talmente scoppiati, amorali e sadici da sfociare inevitabilmente nel comico. Impossibile infatti non lasciarsi travolgere dall’ironia di certe sequenze che stemperano senz’altro la sensazione di malsano che comunque si avverte. La coppia Sardu (Seamus O’Brien) e Ralphus (Luis De Jesus), con le loro creative e quasi cartoonesche torture, vale da sola il film, meno interessanti e coinvolgenti i personaggi che rappresentano la parentesi “seriosa” della storia, ovvero l’ex giocatore Tom Maverick (Niles McMaster) ed il poliziotto John Tucci (Dan Fauci), impegnati nel ritrovamento della ballerina Viju Krem (Natashia di Natalie), ma d’altra parte se il film non sembrasse squilibrato in alcuni suoi aspetti di che trash staremmo parlando?

 

"che sete ragazzi!!"

Degne di nota le allucinanti gabbie piene di donne completamente nude (un film che a livello di exploitation non si risparmia neanche un pò!) e così provate da aver perso il senno e ogni briciolo di umanità. Piccola nota informativa prima di concludere, ovviamente il Teatro del Macabro di Sardu è un chiaro omaggio al Grand Guignol parigino, teatro divenuto celeberrimo per le verosimili rappresentazioni scioccanti e disgustose (ma realmente finte questa volta).

Insomma, se non l’avete ancora capito Bloodsucking Freaks è un titolo imprescindibile per tutti gli appassionati del genere e dovete riservargli un posto d’onore nella vostra collezione!

Scena da ricordare: Sardu che usa il sedere di una schiava come bersaglio per le freccette. L’operazione alla testa che diventa un’occasione per bersi, con tanto di cannuccia, un drink direttamente dal cranio forato.

Consigliato a: chi ha la forza cineonnivora di non fermarsi davanti a niente. Questa volta la vostra intraprendenza sarà ben ripagata.

Supporto visionato: DVD NTSC Troma

httpv://www.youtube.com/watch?v=NMtaD3kugmU

About Il Borg

Il Borg nasce a Montevarchi (AR) nel 1983 la sua felice infanzia viene segnata da un precoce amore per il cinema e in particolare per i film horror, fantasy e fantascientifici. Alle elementari il Borg scopre i comics Marvel che, nel fanciullo, non tardarono a manifestarsi come nuove, eccezionali, forme di autismo. Diplomato alla Scuola di Comics di Firenze e illustratore freelance passa le sue giornate a guardare film di ogni genere, leggere fumetti di tutti i tipi e talvolta disegna mostri.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi