Sono pochi gli attori che possono vantare lo status di “mito” e Bruce Campbell è, senza dubbio, uno di questi. Entrato nella storia della cinema grazie alla serie di Evil Dead è, con il passare degli anni, rimasto fedele al genere che lo ha reso famoso e nella sua lunga carriera ha interpretato decine di horror e B-movie. Con questo film il grandissimo Bruce è andato oltre perchè possiamo definire questo Alien Apocalypse un vero Z-movie.

Prendete un capolavoro come “Il pianeta delle scimmie” e sostituite le scimmie con delle termiti giganti, qualche altro ritocchino qua e là ed ecco che avrete scritto anche voi un film di fantascienza. Probabilmente questo è quello che avranno pensato gli sceneggiatori di Alien Apocalypse. Un gruppo di astronauti torna sulla terra dopo una missione di 40 anni e troveranno il pianeta sconvolto dalle guerre e in mano agli alieni, delle “spaventose” termiti giganti, che hanno schiavizzato tutta la popolazione umana. Il nostro eroe Bruce Campbell non accetta questa nuova situazione e organizza una rivolta, cosa che dovrebbero fare anche i pochi che hanno avuto il coraggio di comprare il dvd di questo film nei confronti del regista.

Quello che ci aspetta guardando il film è una povertà assoluta di mezzi, costumi presi da qualche recita scolastica, barbe e capelli lunghi fintissimi, nessuna scenografia ed effetti speciali da serie tv per teenagers. Le termiti giganti sono realizzate sia con l’uso di marionette che con la CGI ed il risultato è sempre lo stesso, una schifezza totale. Nel primo caso sembra di vedere muovere il burattino di pinocchio mentre nel secondo sembra di guardare una puntata di Xena, l’apice si raggiunge nelle scene in cui le termiti mangiano le teste agli umani. I produttori erano forse convinti che bastasse avere Bruce Campbell come protagonista per avere un film bello e finito perchè la sceneggiatura è totalmente assente e quel poco di storia che troviamo è inverosimile e piena di buchi.

"Voglio parlare con i produttori...vi prego!"

A quanto pare la salvezza dell’umanità è affidata al presidente degli Stati Uniti, ancora vivo e nascosto nei boschi, ma non capisce come mai nessuno sia mai andato a cercarlo visto che Bruce Campbell lo trova dopo dieci minuti di passeggiata ma soprattutto non c’è spiagazione alla totale imbecillità degli essere umani regrediti quasi al livello dell’Homo Sapiens in solo 40 anni!!!! L’assurdo si raggiunge quando il nostro eroe uccide uno degli alieni e tutti restano stupiti del fatto che anche loro possano morire, quindi vogliono farci credere che quando arrivarono sulla terra nessuno provò a combatterli..pazzia pura.

In conclusione posso dire che è un film poverissimo, sia di budget che di idee e anche Bruce Campbell, unico motivo che potrebbe portarvi a guardare il film, non è in forma e ci regala un ruolo da dimenticare.

 

Battuta da ricordare: “In principio, c’era il cielo e la terra, ed era verde.”

Scena da ricordare: L’esplosione del carro armato alieno per i suoi “bellissimi” effetti speciali

Supporto visionato: DVD PAL Koch Media ITA/ENG


 

httpv://www.youtube.com/watch?v=t31zd5h_qFk

 

Fabrizio Dell'Amore

Classe 1980. Grazie ad un padre nerd si ritrova subito tra le mani decine di videogiochi e migliaia di film in Super 8 e VHS che faranno entrare di prepotenza nel suo DNA queste due passioni. Malato di retrogaming colleziona tutte le console prodotte sul pianeta che tratta come figli e che lo porteranno ad un inevitabile divorzio. Divoratore di qualsiasi genere cinematografico predilige i B-movies e le produzioni TROMA. Crede in un solo Dio chiamato da noi comuni mortali Sylvester Stallone. Nella vita precedente era un giapponese.

Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...