Arriva a  Milano questo week end (2-3 dicembre) la prima edizione del Milan Comic Con evento che parte subito con il botto a livello di ospiti con un line up di tutto rispetto che comprende: Robert EnglundJohn Rhys-DaviesBilly BoydKim Coates.

Questa mattina ho incontrato alcune delle star alla conferenza stampa di apertura e di fare qualche domanda.

Ecco cosa ci hanno raccontato.

Partiamo da Englund che conferma conferma il suo ritiro dai panni di Freddy Krueger ma ci dice anche che lo vedremo comunque prossimamente in nuovi film horror e che il franchise di Nightmare non finisce con lui, la Platinum è interessata fare un reboot e il nuovo Freddy dovrebbe essere Kevin Bacon cosa che rende molto felice Englund.

Veniamo quindi a Kim Coates il Tig Trager di Sons of Anarchy, Kim esordisce rivelandoci di essere molto contento di essere qui in Italia sapendo che SOA è molto amato nel nostro paese e anche il suo fantastico personaggio. Personaggio che non era convinto di voler interpretare all’inizio perchè troppo malvagio e così lontano da lui, leggendo poi lo script e parlando con gli showrunner di SOA si è convinto vedendo un po’ come una sfida questa interpretazioni cercando di fare risaltare le caratteristiche positive e i dettagli di un uomo che compie azioni terribili come Tig.

Le vere star della conferenza e quelle su cui si sono concentrate la maggior parte delle domande sono state John Rhys-Davies e Billy Boyd rispettivamente Gimli e Pipino ne Il Signore degli Anelli di Peter Jackson.

La prima domanda è stata su quale fosse il loro pensieto sulla nuova serie su Il Signore degli Anelli e se nel caso gli sarebbe piaciuto farne parte. John ha risposto dicendo che nelle scorse settimane non conoscendo il progetto aveva dichiarato che disapprovava completamente il progetto di una serie che avrebbe ripreso le vicende dei film, poi informandosi e capendo che in realtà la serie sarebbe stata una sorta di Prequel a Il Signore degli Anelli la cosa poteva essere interessante ma che il suo tempo come Gimli era finito.

Billy ha risposto che anche secondo lui una serie remake de Il Signore degli Anelli avrebbe poco senso mentre qualcosa che vada ad ampliare ed esplorare aree nuove e sconosciute del mondo di Tolkien sarebbe molto interessante, anche lui non avrebbe intenzione di tornare un hobbit ma se gli proponessero un ruolo come principessa elfica lo terrebbe certamente in considerazione.

Ci hanno poi raccontato una simpatica curiosità dal set dei film, John ci ha detto che una notte gli hobbit sono tornati ubriachi dopo una serata di bevute annunciando al resto della compagnia che tutti si sarebbero dovuti tatuare il numero nove scritto in elfico, John ha subito messo chiaro e tondo che lui non si sarebbe fatto marchiare e che non voleva tatuaggi, di fronte all’insistenza di tutti i membri della compagnia ha poi ceduto però poi il giorno in cui il tatuatore arrivò sul set lui mandò il suo stuntman tutto truccato da Gimli a farsi tatuare. Quindi John è l’unico membro della compagnia dell’anello a non avere il tatuaggio, anche Sean Bean (Boromir) che aveva già lasciato il set si fece poi fare il tatuaggio a distanza.

Abbiamo infine chiesto a John di un altro suo memorabile ruolo quello di Sallah in Indiana Jones e i predatori dell’Arca Perduta e sopratutto se potremo rivederlo nel prossimo film di Indy, lui ha risposto che gli piacerebbe molto ma che crede che anche il suo tempo come Sallah sia giunto al termine.

Ora non vi resta che venire al Milan Comic Con per incontrare queste e altre incredibili Star!

 

Giovanni Montanari

Classe 1995. Iniziato al mondo nerd prima ancora di nascere dato che la mamma si sparava le maratone notturne di Star Wars quando era incinta di 6 mesi. Grande appassionato di cinema e serie tv, di cui si nutre con voracità. Sogna di vincere un Oscar per l’adattamento di Sutree di McCarthy.

Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...