Dopo The LEGO Movie LEGO Batman – Il Film il franchise di Warner Bros legato al mondo dei mattoncini colorati si allarga con LEGO Ninjago – Il film.

Ma questo film non riesce a portare sulle spalle il peso dei suoi due illustri predecessori, venendo a mancare proprio l’elemento cardine che aveva reso grandi i primi due film: i LEGO!

Oh i LEGO ci sono ma non sono altro che lo sfondo e la veste grafica per questo film d’animazione che a parte per due o tre cosette potrebbe benissimo fare a meno del suo essere LEGO, cosa invece imprescindibile per i due precedenti film del franchise.

Se infatti in The LEGO Movie e in LEGO BATMAN i mattoncini donavano al mondo quella follia e quella spinta creativa sensazionale che tanto ci hanno conquistato, permettendo ai personaggi di interagire e ricreare l’ambiente e usando i LEGO per quello che sono, delle costruzioni, in LEGO Ninnjago si perde del tutto questo aspetto e il film ne risente pesantemente.

Sopratutto perché invece di puntare su ciò che aveva reso mitici gli altri due film questo punta tutto su uno scontatissimo, e veramente troppo masticato rapporto padre-figlio nelle figure di Garmadon e di Lloyd, il cattivone e il protagonista del film. Lasciando in secondo piano qualunque altro

personaggio e azione che non rientrasse all’interno di questo incontro/scontro. Una bella palla.

Se poi ci aggiungiamo che il target è stato individuato in bambini trai 6 e i 10 anni annullando qualsiasi riferimento al mondo del cinema e della pop culture di cui The LEGO Movie e LEGO Batman erano letteralmente cosparsi, allora ci accorgeremo che per noi grandi non è rimasto granchè

Poi i set sono veramente fighi, i robottoni di Garmadon e dei Ninja sono davvero notevoli e anche tutta la città di Ninjago è una figata, ma tutto ciò che riguarda i LEGO è sfruttato da cani.

Insomma un buon film per i bambini, ma che fallisce miseramente nel confronto con i suoi due predecessori.

Giovanni Montanari

Classe 1995. Iniziato al mondo nerd prima ancora di nascere dato che la mamma si sparava le maratone notturne di Star Wars quando era incinta di 6 mesi. Grande appassionato di cinema e serie tv, di cui si nutre con voracità. Sogna di vincere un Oscar con l'adattamento di Suttree di McCarthy. Non è davvero una scimmia.
Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...