ROGUE ONE è STAR WARS.

ROGUE ONE non è STAR WARS.

Il segreto del successo di questo film è racchiuso tutto in queste due frasi, in apparenza, contrapposte.
Ci troviamo nell’universo creato da Lucas ma si tratta del film  più atipico dell’intera saga, un puro war movie che ci mostra la trasposizione di “Una Sporca Dozzina” in chiave sci-fi. La mia impressione è che questa volta, al contrario del pur sempre apprezzabilissimo The Force Awakens, abbiano voluto fare un film per i fans storici della saga e non mirato alla spasmodica ricerca di nuovi appassionati. Ho trovato il livello di “ruffianeria”, anche qui sia chiaro, altamente presente con continui omaggi alla serie classica ed a personaggi storici, meno virato al marketing smaccatamente Disneyano ma puntato sul puro gusto di far gasare i fans…K-2SO non è BB-8 per capirci…

Non è certo un film perfetto, anzi, ha una prima parte fin troppo lenta e che, pur prendendosi tutto il tempo, introduce i personaggi in maniera approssimativa ma poi c’è un’evidente salto di qualità e ritmo nella parte centrale che va a sfociare in un grande epilogo che ci proietta in pieno campo di battaglia ricco di azione e di momenti da incorniciare…c’è Darth Vader che…e qui mi fermo altrimenti parte lo spoilerone incontenibile.

Ora sarebbe bello scoprire cosa hanno effettivamente riguardato i tanto chiacchierati reshoots e quanto sia stato eliminato dal lavoro originale di Gareth Edwards ma la sua mano si vede durante tutta la pellicola, le ottime scene d’azione/la scarsa gestione dei dialoghi statici, quindi il merito del risultato direi che possiamo darlo tranquillamente a lui e che forse si sia trattato di semplici pickup aggiuntivi che vengono fatti in ogni blockbuster moderno.

Notevole il cast con una bravissima Felicity Jones, molto più espressiva (ed esperta) di Dasey Ridley in TFA, e un grandissimo occhio di riguardo per i due attori asiatici Donnie Yen e Jiang Wen che si mangiano letteralmente lo schermo quando vengono coinvolti nell’azione. Dispiace non poter apprezzare in toto, causa il (penoso) doppiaggio italiano, il lavoro fatto dal bravissimo Alan Tudik su K-2SO.

Questo è il film che da fan di STAR WARS volevo vedere…uscire dal cinema alle 3 di notte, insieme alla sempre stupenda compagnia del gruppo di amici creatosi con Empira, con il sorriso stampato in faccia è una sensazione bellissima ed è questo che cerco quando vado al cinema.

Fabrizio Dell'Amore

Classe 1980. Grazie ad un padre nerd si ritrova subito tra le mani decine di videogiochi e migliaia di film in Super 8 e VHS che faranno entrare di prepotenza nel suo DNA queste due passioni. Malato di retrogaming colleziona tutte le console prodotte sul pianeta che tratta come figli e che lo porteranno ad un inevitabile divorzio. Divoratore di qualsiasi genere cinematografico predilige i B-movies e le produzioni TROMA. Crede in un solo Dio chiamato da noi comuni mortali Sylvester Stallone. Nella vita precedente era un giapponese.
Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...