Dimenticate tutto quello che sapete in merito a I Tre Moschettieri e mandate allegramente a fare in culo anche la minima accuratezza storica perchè stiamo per addentrarci nel mondo parallelo creato da Paul W. S. Anderson con navi volanti, armi semiautomatiche e tute da sub nel 1600!

Athos, Porthos, Aramis e D’Artagnan sono talmente inquadrati nei loro ruoli che mi ricordano in modo assurdo l’A-Team e le sue dinamiche ma poi spunta anche la figura di Milady che fa il doppio…triplo… quadruplo gioco e non posso non pensare a Fujiko, Lupin e compagnia bella. Non penso certo che si siano ispirati al manga di Monkey Punch ma è innegabile che parecchie scene puzzano di clone, dal corridoio con i congegni spara frecce di Indiana Jones alla strizzatina d’occhio ai ggggiovani con inquadrature che sembrano una demo per Assassin’s Creed. Se ci fosse stato un altro regista dietro la macchina da presa avrei potuto pensare anche a citazioni e omaggi vari ma stiamo parlando di Anderson, un regista che in vita sua non ha mai scritto una sceneggiatura originale. Non voglio essere frainteso però perchè voglio bene ad Anderson e lo ritengo un bravo regista ma dal punto di vista della scrittura avrebbe bisogno di un team di script doctors pronto a roncolarlo ogni volta che usa la parola “cuore” nei suoi dialoghi al limite del ridicolo.

Il vero problema di questo film però non sono certo la dubbia accuratezza storica o i dialoghi assurdi ma una certa Milady, Milady de Winter se non erro, interpretata da quella cagna maledetta di Milla Jovovich nonchè Signora Anderson. Ho visto parecchi film con la cara Milla ma deve esserle successo qualcosa negli ultimi a questa ragazza perchè, come avevo già notato nell’ultimo Resident Evil, è peggiorata in modo atroce e la sua recitazione sempre impostata sull’imbarazzato e fuori luogo spiazza lo spettatore lasciandolo basito. A favore di questa mia denuncia basti pensare che addirittura un rutto come Orlando Bloom seppur vestito come Prince ai tempi d’oro e gigione come non mai nelle scene con la Jovovich riesca a cacarle in testa tranquillamente facendo una bella figura. Non stiamo nemmeno a parlare delle scene che la cagna condivide con il grandissimo Christoph Waltz..

"Dai amore facciamo il ciak numero 1344554..vedrai che è quello buono.."

Non me la sento però di bocciare del tutto il film perchè mi ha fatto passare due ore di puro cazzeggio (con un 3D con i controcazzi tra l’altro) ed era esattamente questa la missione che si erano prefissati Anderson & Co., creare una baracconata volutamente cafona che divertisse il pubblico e, soprattutto, lanciare un nuovo franchise per fare tanti tanti bei dindini…e magari pagarci un tutor a Milla

httpv://www.youtube.com/watch?v=aC0PZtXbLjs

Fabrizio Dell'Amore

Classe 1980. Grazie ad un padre nerd si ritrova subito tra le mani decine di videogiochi e migliaia di film in Super 8 e VHS che faranno entrare di prepotenza nel suo DNA queste due passioni. Malato di retrogaming colleziona tutte le console prodotte sul pianeta che tratta come figli e che lo porteranno ad un inevitabile divorzio. Divoratore di qualsiasi genere cinematografico predilige i B-movies e le produzioni TROMA. Crede in un solo Dio chiamato da noi comuni mortali Sylvester Stallone. Nella vita precedente era un giapponese.

Follow Me:

Post Correlati Leggi anche...

  • puro cazzeggio (con un 3D con i controcazzi tra l’altro) ed era esattamente questa la missione che si erano prefissati